Univesità Luigi Bocconi - Milano

 

Luigi Bocconi University - Milan

Nell’anno 2002 lo studio Grafton Architects di Dublino vinceva il concorso internazionale bandito dall’Università Luigi Bocconi di Milano relativo al progetto di ampliamento della nuova sede.

L’edificio che ora sorge su viale Bligny e via Roentgen è di dimensioni 70x160 m, sviluppandosi su 6 piani fuori terra e 3 piani interrati.

Al suo interno accoglierà le attività degli istituti scientifici e di ricerca per le quali saranno disponibili 883 uffici, un’Aula Magna da 1000 posti suddivisa in due salee corredata da foyer e spazi per convegni, ed un parcheggio interrato con 190 posti auto.

Nell’autunno 2005 abbiamo ricevuto la visita degli architetti Yvonne Farrell e Shelley McNamara dello studio Grafton Architects e dei tecnici dell’Università Bocconi, allo scopo di verificare la fattibilità del loro progetto.

In questo progetto il Ceppo di Gré è stato impiegato in pavimentazioni e scale, nei rivestimenti delle facciate e dei controsoffitti, mentre per la copertura dei tetti sono state utilizzate lastre di Aggloceppo®.

Le ampie pavimentazioni sono state posate a piano grezzo, stuccate e levigate in opera. La scala principale in massello dallo spessore di 12 cm è stata lavorata per poter inserire una lampada a ogni gradino, posato su massetto di cemento.

Le lastre di rivestimento sono incollate alle pareti e assicurate da zanche anti-ribaltamento in acciaio inossidabile Aisi 304.

I controsoffitti sono stati realizzati con lastre dallo spessore di 12 mm, assemblate con pannelli di alluminio a nido d’ape ed appese ai soffitti grazie a 4 inserti per ogni lastra, ancorati ad una sottostruttura in acciaio al carbonio. Le coperture dei tetti, realizzate con lastre di 60x60 cm sono state posate a secco col sistema dei pavimenti sopraelevati.

Questa nuova opera ha riproposto in chiave moderna il Ceppo, materiale predominante nell’architettura milanese. Tutto ciò ha rappresentato per la nostra azienda una nuova importante sfida, che ci ha consentito di mettere a frutto l’esperienza maturata in oltre un secolo di attività.Insieme ai nostri partners abbiamo studiato e sviluppato soluzioni tecniche innovative che ci hanno permesso di esaudire al meglio le aspettative delle progettiste.

 

In 2002 Grafton Architects of Dublin won the international contest promoted by the Luigi Bocconi University of Milan, relating to the project of the amplification of the building.

The building that now exists in viale Bligny and via Roentgen is 70x160m and made up of 6 floors above ground level and 3 floors underground.

Within the building the activities of the research and scientific departments take place, for which there will be 883 offices available, a Main Hall with 1000 places divided into two rooms equipped with a foyer and areas for conferences, and an underground garage for 190 cars .

In autumn 2005 the architects Yvonne Farrell and Shelley McNamara of Grafton Architects and the technicians of the University Bocconi, met to verify the feasibility of their project.

In this project the Ceppo di Gré has been used in the floorings and staircases, the façades and the ceilings, while for the roof coverings tiles of Aggloceppo ® have been used.

The spacious floorings have been laid first with a base of the natural stone, which has then been honed and finished in place The principal staircase, which is solid stone of a thickness of 12cm, laid in cement, has been worked to be able to insert a light in every step.

The covering slabs are glued and secured by anti-tipping clamps in stainless steel Aisi 304.

The ceilings have been covered with tiles of 12 mm thickness, assembled with panels of aluminium in a honeycomb pattern and suspended to the ceiling with 4 inserts in every tile and anchored to an under-structure in carbon-steel. The roof coverings, in tiles of. 60x60 cms have been laid dry with the system of elevated floors.

This recent work has highlighted Ceppo in a new modern style, as the material predominant in the Milan architecture. All of this has represented for our firm a new important challenge, that has allowed us to put to practice our experience matured in over one century of activity. Together with our partners we have studied and developed innovative technical solutions that have allowed us to satisfy the desires and expectations of the architects and engineers to the best.

 

YouTube video

Progetto su Archilovers.com 

 

bocconi 71
bocconi 71 bocconi 71
bocconi 75
bocconi 75 bocconi 75
bocconi 08
bocconi 08 bocconi 08
bocconi 19
bocconi 19 bocconi 19
bocconi 20
bocconi 20 bocconi 20
bocconi 21
bocconi 21 bocconi 21
bocconi 22
bocconi 22 bocconi 22
bocconi 23
bocconi 23 bocconi 23
bocconi 30
bocconi 30 bocconi 30
bocconi 35
bocconi 35 bocconi 35
bocconi 36
bocconi 36 bocconi 36
bocconi 37
bocconi 37 bocconi 37
bocconi 38
bocconi 38 bocconi 38
bocconi 39
bocconi 39 bocconi 39
bocconi 40
bocconi 40 bocconi 40
bocconi 41
bocconi 41 bocconi 41
bocconi 46
bocconi 46 bocconi 46
bocconi 47
bocconi 47 bocconi 47
bocconi 48
bocconi 48 bocconi 48
bocconi 50
bocconi 50 bocconi 50
bocconi 51
bocconi 51 bocconi 51
bocconi 52
bocconi 52 bocconi 52
bocconi 56
bocconi 56 bocconi 56
bocconi 57
bocconi 57 bocconi 57
bocconi 58
bocconi 58 bocconi 58
bocconi 59
bocconi 59 bocconi 59
bocconi 61
bocconi 61 bocconi 61
bocconi 64
bocconi 64 bocconi 64
bocconi 65
bocconi 65 bocconi 65
bocconi 66
bocconi 66 bocconi 66
bocconi 67
bocconi 67 bocconi 67
bocconi 68
bocconi 68 bocconi 68
bocconi 69
bocconi 69 bocconi 69
bocconi 70
bocconi 70 bocconi 70
bocconi 72
bocconi 72 bocconi 72
bocconi 73
bocconi 73 bocconi 73
bocconi 74
bocconi 74 bocconi 74
bocconi 76
bocconi 76 bocconi 76
bocconi 79
bocconi 79 bocconi 79
bocconi 80
bocconi 80 bocconi 80
bocconi 81
bocconi 81 bocconi 81
bocconi 87
bocconi 87 bocconi 87